Semi Sotto La Neve

Semi.sotto.laneve

RSS logo
Nucleare spiegato col fumetto

NO alla GUERRA, NO al NUCLEARE    漫画版劣化ウラン弾(合同出版)イタリア語訳 刊行

Un libro da leggere per scoprire che non esiste un "nucleare civile" senza applicazioni militari, non esiste "energia atomica pulita" senza rischi inaccettabili, non esistono "armi sicure" senza vittime di guerra.
Il volume recensito sull"Espresso online"
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/un-manga-per-dire-no-al-nucleare/2147746
edito dal Centro di documentazione

 

copertina di No alla Guerra, No al Nucleare

PROSSIMI INCONTRI DI PRESENTAZIONE

A FIRENZE E A LUCCA

****************

il 11 maggio 2011 dalle 11 alle 13

"Dopo Fukushima"

Presentazione del volume

nell'aula magna dell'ISIS L. da Vinci

Via del Terzolle 91 - FIRENZE

e-mail scuolanonsolo@virgilio.it;

web: www.scuolanonsolo.altervista.org

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2011/05/10/news/dal_giappone_arriva_il_fumetto_che_spiega_il_no_al_nucleare-16040197/ 

*********

il mercoledi 11 maggio dalle 17.30

in Sala Rappresentanza - Palazzo Ducale di Lucca

dialogo con Yukari Saito

info
Scuola per la Pace Provincia di Lucca
tel. 0583 417340\
email scuolapace@provincia.lucca.it
web www.provincia.lucca.it/scuolapace

http://www.provincia.lucca.it/scuolapace/uploads/incontri/file/vol_non_guerra_no_nucleare.pdf

  

Da una collaborazione tra le due associazioni, Altrinformazione e il nostro Centro di documentazione, è nata un'edizione italiana di fumetto giapponese sull'armi e sulle energie nucleari.

Nana Kobato, studentessa delle medie, si affaccia sul "lato oscuro del nucleare": i pericoli delle centrali atomiche, gli effetti dei proiettili all'uranio impoverito, le devastazioni ambientali che uccidono adulti e bambini. In un racconto a fumetti chiaro e documentato, il figlio di una sopravvissuta alle radiazioni di Nagasaki racconta gli effetti delle guerre moderne sull'uomo e sull'ambiente, e mette a nudo i poteri occulti che sostengono l'energia nucleare.

Un libro da leggere per scoprire che non esiste un "nucleare civile" senza applicazioni militari, non esiste "energia atomica pulita" senza rischi inaccettabili, non esistono "armi sicure" senza vittime di guerra.

Un manga di Rokuro Haku, tradotto in italiano da un gruppo di collaboratori del Centro di documentazione, diventa ora un libro grazie all'associazione Altrinformazione e la rivista Mamma!

 L'edizione italiana è stata curata da Stefania Divertito, autrice del libro "Uranio, il nemico invisibile".

ISBN 978897194002    Prezzo di copertina: 10 euro

pagina interna capitolo 7

Per guardare Video trailer e per acquistare online:

http://www.mamma.am/mamma/articoli/art_8408.html  

UN'ARMA ECCELENTE CONTRO IL RITORNO DEL NUCLEARE

Le scuole, le associazioni, le organizzazioni ambientaliste

e i cittadini attivi interessati a diffondere il libro

hanno diritto ad uno sconto del 30%

su ordinazioni superiori alle 10 copie.

Per concordare l'acquisto e la spedizione scrivere

a libri@mamma.am oppure telefonare al 3459717974

 testo originale: ç�½å�­é�� ä½ï¿½ç�»ã��漫ç�»ç��ã��å�£å��ã�¦ã�©ã�³å¼¾ã�� ï¼ï¿½å��å��å�ºç�� Godo Shuppan, Tokyo 2004ï¼ï¿½

 a cura di Yuko Fujita, Hisakata Yamazaki e collaborazione fotografica di Naomi Toyoda

 Traduzione di Atsuko Inagaki, Yukari Saito, Alessia Cerantola

Revisione di�Carlo Gubitosa, Gerry Blaylock, Maurizio Geri, Luciano Capitanio

Postfazione e Approfondimento per l'edizione italiana di Stefania Divertito

Consulenza tecnica di Francesco Iannuzzelli

In appendice: 4 domande e risposte sul nucleare civile

                                                          con il Prof. Angelo Tartaglia del Politecnico di Torino 

Note:

NEW!
- Recensione da Centro Studi Sereno Regis
http://serenoregis.org/2011/04/no-alla-guerra-no-al-nucleare-recensione-di-cinzia-e-sebastiano-velio-picchioni/

- Due registrazione del fisico Yuko Fujita sono visibili su YouTube:
http://www.youtube.com/watch?v=umYDamvdYzQ&feature=related
un discoso registrato a casa sua il 28 marzo
e l'altra una conferenza a Nagasaki avuta luogo lo scorso 26 marzo 2011, dopo l'incidente nucleare della Tepco (a Fukushima, Giappone)
http://www.youtube.com/watch?v=3UAY2oXyInk
(gli entrambi in giapponese)